Archive | Economia e finanza RSS for this section

Un Paese allo sfracello, la decadenza di un uomo

Un Paese allo sfracello, la decadenza di un uomo

Mi trovavo negli Stati Uniti quando lo scorso settembre il team della protezione civile ha raddrizzato la Costa Concordia; sulla prima pagina del New York Times campeggiava l’immagine della nave: all’inizio non l’avevo nemmeno riconosciuta, la sua fiancata rovinata e nascosta nelle acque del Giglio da oltre un anno e mezzo. Quella tragedia, costata la vita a […]

Continue Reading

Il futuro di un lavoro giusto

Il futuro di un lavoro giusto

“La benedizione o la gioia del lavoro è la maniera umana di sperimentare la mera beatitudine di essere vivi, e condividiamo questa sensazione con tutte le creature viventi; infatti è il solo modo in cui gli uomini possono rimanere e muoversi con soddisfazione nel ciclo prescritto dalla natura, faticando e riposando, lavorando e consumando, con la stessa […]

Continue Reading

Rana Plaza, Bangladesh: il crollo della civiltà occidentale moderna

Rana Plaza, Bangladesh: il crollo della civiltà occidentale moderna

L’estate scorsa sono andato a Manchester, Inghilterra, la prima città industriale moderna della storia, e a lungo capitale tecnologica dell’Occidente. A partire dall’800 si moltiplicarono le fabbriche dove si producevano manufatti tessili in cotone. La materia prima arrivava dalle piantagioni degli Stati Uniti, raccolta a mano dagli schiavi deportati dall’Africa. I prodotti finiti, poi, venivano venduti in tutte le piazze europee. Era la […]

Continue Reading

Trappola mortale in Bangladesh: il crollo del Rana Plaza

Trappola mortale in Bangladesh: il crollo del Rana Plaza

Il disastro del Rana Plaza, l’edificio collassato dove hanno trovato la morte oltre 550 operai per la maggior parte ragazzine e giovani donne, è l’incidente più grave di sempre nella storia dell’industria dell’abbigliamento. Al Rana Plaza si producevano indumenti anche per grandi marche americane ed europee, destinati ai consumatori occidentali. Tra gli altri, Primark, Mango, Benetton, El Cortes Ingles […]

Continue Reading

Berlusconi, lodo Mondadori e spread: una parabola italiana

Berlusconi, lodo Mondadori e spread: una parabola italiana

Arcore, 9 Luglio 2011. Ha scelto la sua dimora, Silvio Berlusconi, per attendere il giudizio della Corte d’Appello di Milano sul maxirisarcimento che la sua Fininvest dovrebbe dare alla Cir di Carlo De Benedetti. Me lo immagino sprofondato nel divano del suo salone preferito. I silenzi. L’autistico ondulare della testa avanti e indietro, lo sguardo furente sugli oggetti, la mente rivolta […]

Continue Reading

Perchè lascio Goldman Sachs – Il commento di Cenk Uygur

Perchè lascio Goldman Sachs – Il commento di Cenk Uygur

Il 14 Marzo il New York Times ha ospitato sulla pagine delle lettere un articolo firmato da Greg Smith, ex vicepresidente esecutivo di Goldman Sachs, specializzato nel comparto derivati per il Medio oriente; Smith denuncia la perdita di etica nella grande banca d’investimento americana. Ecco il commento di Cenk Uygur di The Young Turks. “Perchè sto lasciando […]

Continue Reading

Bce e banche, la regola dell’overdose

Bce e banche, la regola dell’overdose

E’ come prestare i soldi a qualcuno non ancora uscito dal gorgo della droga: per quante assicurazioni ti dia, c’è sempre il rischio che usi il denaro intascato per farsi. Un’immagine dura, ma descrive la percezione del cittadino medio alla notizia del prestito della Banca centrale europea (Bce)  alle banche europee. Con le due aste di dicembre e marzo sono finiti nelle casse […]

Continue Reading